Esiste un rapporto tra rame e demenza?

Due diversi studi si contraddicono sulla correlazione tra rame e demenza.

Uno studio americano sui topi conclude che un eccesso di rame libero nel sangue favorirebbe l’accumulo di beta-amiloide  nel cervello responsabile della malattia di Alzheimer.

Rashid Deane, primo autore dello studio americano, spiega che nelle placche amiloidi tipiche dell’Alzheimer è presente una elevata quantità di questo metallo.

Uno studio dell’Università inglese di Keele pubblicato a febbraio su Nature, arriva ad una conclusione diametralmente opposta cioè che una riduzione del livello di rame nel cervello potrebbe favorire il deposito di amiloide-beta in forma di placche senili nell’Alzheimer.

I ricercatori hanno analizzato 60 cervelli di persone decedute che soffrivano di Alzheimer: in tutti risultava una quantità di rame inferiore rispetto a quella presente nel cervello di individui sani.

 

2019-01-12T10:24:19+00:00